Personale PA — 30 settembre 2013

Il TAR Marche Sezione Prima, con la sentenza n. 370/2013, è intervenuto nell’ambito di un ricorso tra il Comune di Falconara Marittime e due dirigenti, un ingegnere ed un architetto, che erano stati assegnati dal Sindaco a settori non afferenti le loro competenze (l’architetto agli Affari Generali e l’ingegnere alla Polizia Municipale). Il TAR ha dato ragione ai due dipendenti comunali, nel frattempo andati in pensione, poiché il criterio della rotazione degli incarichi deve tenere conto dei profili giuridico-amministrativi e dei requisiti tecnici richiesti dai singoli settori. Questa sentenza è molto interessante anche nell’ambito della normativa sulla prevenzione alla corruzione, che prevede appunto la rotazione degli incarichi dirigenziali.

Share

About Author

Tiziana Flenghi

(0) Readers Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *