PA Digitale — 06 novembre 2012

Che il settore dell’ICT rappresenti uno degli elementi di maggiore criticità per la pubblica amministrazione, è cosa ormai nota non solamente agli addetti ai lavori.

I cittadini, che di PA Digitale sentono parlare da anni e con sempre maggior frequenza nell’ultimo periodo, si chiedono certamente quali siano i vantaggi derivanti dall’innovazione tecnologica, in termini di efficacia ed efficienza nell’azione della Pubblica Amministrazione. Lo stato delle cose, tranne che in alcune positive eccezioni, è, infatti, ben diverso e ci racconta di una realtà estremamente lontana dagli standard che caratterizzano la gran parte degli altri paesi UE in tema di informatizzazione e digitalizzazione.

Il legislatore, consapevole di queste difficoltà, ha introdotto e sta introducendo, in modo sistematico, elementi di novità in questo ambito, trovandosi però di fronte ad ostacoli culturali e infrastrutturali notevoli e di difficile rimozione. Il percorso di cambiamento, in ogni caso, ha avuto inizio e non è pensabile che subisca un segnale di arresto, pena la nostra capacità di crescere e competere a livello internazionale. Nei prossimi articoli approfondiremo le diverse tematiche, recenti e meno recenti, afferenti la normativa sulla “PA Digitale” cercando di delineare, grazie alla nostra decennale esperienza in questo ambito, delle linee guida utili a rendere attuabili e operativi i punti di riferimento stabiliti dal legislatore.

Lara Montefiore

Share

About Author

admin

(0) Readers Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *