Patrimonio — 30 novembre 2012

La Corte dei conti per l’Emilia Romagna con Deliberazione 472 del 14 novembre ha risposto ad una richiesta di chiarimenti posta dal Comune di Castelfranco Emilia avente ad oggetto l’interpretazione dell’art. 3, comma 1, del D.L. 6 luglio 2012, n. 95, convertito con modificazioni dalla Legge 7 agosto 2012, n. 135, che ha stabilito la non applicabilità della variazione degli indici ISTAT ai canoni di locazione passiva,  per l’utilizzo di immobili per finalità Istituzionali  dovuti dalle Amministrazioni Pubbliche e dalle Autorità Indipendenti  ivi compresa la Consob  relativamente agli anni 2012, 2013, 2014. La Corte chiarisce che “ai fini di una orientata decisione valgono due considerazioni di fondo. In primo luogo la chiara formulazione della norma che esplicitamente introduce e individua sul piano letterale la propria dimensione, circoscrivendo, formalmente, da un lato l’orizzonte applicativo temporale (“per gli anni 2012, 2013, 2014”) e, dall’altro, individuando apertamente l’avvio della portata prescrittiva, esprimendosi con la formula: “a decorrere dall’entrata in vigore del presente provvedimento”. Conferma, in secondo luogo, compiutamente tale convincimento la relazione tecnica all’art. 3, comma 1, del D.L. n. 95/2012 in analisi – relazione autorevolmente ripresa e, per questa parte, avvalorata in sede di resoconti Parlamentari – dalla quale si evince che il risparmio di spesa corrente, stimato, programmaticamente, per il 2012, a seguito dell’introduzione del provvedimento in esame, risulta notevolmente contenuto in rapporto alle previsioni relative al 2013, 2014, proprio a motivo della diversità temporale del riferimento applicativo.
Tutto ciò premesso, sul piano logico – giuridico, si ricava necessariamente una decorrenza della norma in esame a far tempo dal 7 luglio 2012 e, quindi, una efficacia contenitiva dei canoni, indotta dal prescritto non aggiornamento dell’indice ISTAT, a far tempo dalla predetta data“.

Share

About Author

admin

(0) Readers Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *