La Corte dei Conti per l’Umbria, con Deliberazione 121 dell’8 agosto 2013, risponde ad una richiesta di chiarimenti posta dal Comune di Cascia, concernente l’interpretazione della norma sulla destinazione dei compensi erogati ai dipendenti pubblici nominati nei consigli di amministrazione delle società partecipate.
In particolare l’ente  chiede informazioni da un lato, sulla possibilità che tali compensi, nel confluire nei fondi per la produttività del personale, possano eludere i limiti previsti dall’art. 9, comma 2 bis, del D.L. 78/2010, come convertito dalla legge 30 luglio 2010 n. 122, e, dall’altro lato, sulla possibilità di utilizzare gli introiti derivanti dai detti compensi per finanziare le turnazioni dell’orario di servizio della Polizia Municipale.
Riguardo al primo punto la Sezione ritiene che i menzionati compensi assembleari non possono che confluire obbligatoriamente nel fondo per il finanziamento del trattamento economico accessorio in quanto specificatamente destinati a tale scopo dalla norma; gli stessi compensi, una volta introitati dall’Ente, possono essere riassegnati unicamente al fondo per il finanziamento del trattamento economico accessorio. Tale riassegnazione (obbligatoria) rappresenta una economia per l’ente, che, fermo restando il tetto massimo previsto per il fondo del salario accessorio, riduce la propria spesa destinata al finanziamento del suddetto fondo, a vantaggio del bilancio dell’ente, della quota parte derivante dall’introito dei compensi assembleari di cui all’art. 4, comma 4, del D.L. 6 luglio 2012, n. 95. Riguardo al secondo punto, ovvero alla possibilità di destinare le risorse aggiuntive derivanti dall’introito dei detti compensi assembleari al finanziamento della turnazione del servizio di polizia municipale, la Sezione osserva che, fermo restando quanto sopra affermato in merito ai compensi di cui all’art. 4, comma 4, del D.L. 6 luglio 2012, n. 95 e sul tetto di spesa fissato dall’art. 9, comma 2 bis, del D.L. 78/2010, l’utilizzo delle risorse del fondo per il finanziamento del trattamento economico accessorio è materia riservata alla contrattazione collettiva.

Share

About Author

Tiziana Flenghi

(0) Readers Comments

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>