La Ragioneria Generale dello Stato, con comunicato del 12 luglio, ritiene utile diffondere il testo, non ancora in gazzetta, del decreto del Ministero dell’economia e delle finanze che individua, per ciascun ente locale che ha effettuato entro il 5 luglio richiesta di spazi finanziari ai sensi del comma 3 dell’articolo 1 del decreto legge n. 35 del 2013, gli importi dei pagamenti di debiti di parte capitale di cui al comma 1 dell’articolo 1 del citato decreto legge, da escludere dal patto di stabilità interno 2013.

1.    Sono attribuiti gli spazi finanziari per sostenere pagamenti di debiti in conto capitale non estinti alla data dell’8 aprile 2013 certi, liquidi ed esigibili alla data del 31 dicembre 2012 o per i quali sia stata emessa fattura o richiesta equivalente di pagamento o sia stato trasmesso lo stato di avanzamento lavori entro il predetto termine ovvero di debiti in conto capitale riconosciuti alla data del 31 dicembre 2012 o che presentavano i requisiti per il riconoscimento entro la medesima data ai sensi dell’articolo 194 del decreto legislativo n. 267 del 2000 oppure per escludere dal patto di stabilità interno i pagamenti effettuati prima del 9 aprile 2013 relativi ai suddetti debiti. Gli spazi sono attribuiti prioritariamente a valere sulle richieste effettuate per sostenere pagamenti di debiti non estinti alla data dell’8 aprile 2013. L’importo dei suddetti spazi finanziari attribuiti a ciascun ente locale è indicato nelle allegate tabelle che sono parte integrante del presente decreto.
2.    Agli enti locali che non hanno effettuato richieste di spazi finanziari entro il 30 aprile 2013 è attribuito, con priorità, l’intero ammontare della richiesta relativa ai debiti di cui al comma 1 non estinti alla data dell’8 aprile 2013.
3.    Agli enti locali che hanno effettuato richiesta di ulteriori spazi finanziari, rispetto a quelli concessi con il decreto ministeriale n. 41483 del 14 maggio 2013, per sostenere pagamenti  dei debiti di cui al comma 1 non estinti alla data dell’8 aprile 2013, sono attribuiti spazi finanziari per un importo pari alla richiesta effettuata.
4.    Agli enti locali che hanno effettuato richiesta di spazi finanziari per escludere dal patto di stabilità interno i pagamenti effettuati prima del 9 aprile 2013 relativi ai suddetti debiti, sono attribuiti spazi finanziari in misura proporzionale alla richiesta effettuata.
5.     Agli enti locali che hanno effettuato richiesta di riduzione degli spazi finanziari concessi con il decreto ministeriale n. 41843 del 14 maggio 2013, è stata operata una riduzione pari alla richiesta effettuata.

 

 

Share

About Author

Tiziana Flenghi

(0) Readers Comments

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>