EE.LL./Territorio — 14 aprile 2015

Il recente decreto del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti 6 marzo 2015, n. 88, che attua l’articolo 3 dello Sblocca Italia, dà priorità agli interventi di qualificazione e manutenzione del territorio, di recupero e messa in sicurezza di edifici pubblici con particolare attenzione a quelli scolastici e alle strutture socio-assistenziali, di riqualificazione di aree dismesse, di riduzione del dissesto idrogeologico.

Sono finanziabili progetti dei comuni o di associazioni di comuni sotto i 5.000 abitanti per investimenti da 100 a 400mila euro. La divisione delle risorse è su base regionale. Il Programma “Nuovi progetti di interventi” permetterà di realizzare da un minimo di 250 a un massimo di 1.000 interventi che si andranno ad aggiungere ai 293 già finanziati (molti dei quali con cantieri già aperti) dal Programma “6000 campanili” che, in tre fasi, ha erogato 250 milioni di euro.

In allegato il testo del decreto, il testo della Convenzione tra il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti e l’ANCI che disciplina modalità e criteri per l’utilizzo delle risorse stanziate, e lo schema di richiesta.

Si precisa che la Convenzione inerente i “nuovi progetti di interventi” per i piccoli Comuni è ancora in fase di registrazione da parte della Corte dei Conti e che gli allegati proposti possono essere ancora modificati.

Per maggiori informazioni ed approfondimenti  i nostri consulenti risponderanno al numero 06.32110514 e su info@logospa.it

Clicca qui sotto per tutti i documenti del decreto:

Convenzione Sblocca cantieri
DM 6 marzo 2015, n. 88
Allegato 1 – SCHEMA DI RICHIESTA
Allegato 2 – SCHEMA DISCIPLINARE
Allegato 3 – RIPARTIZIONE REGIONALE DEI FINANZIAMENTI

Share

About Author

Tiziana Flenghi

(0) Readers Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *